ust_diller

All Language

L’educazione Spirituale del Tasawwuf

    Per tutta la loro vita gli Amici intimi di Dio si sono sforzati di raggiungere l’estinzione dell’io, apponendo il timbro di: “annullato” sulla sua ammissibilità. E hanno detto:
    “Se in un individuo permane anche solo un briciolo del proprio io, non può essere un Amico intimo di Dio”.
    Per trovare la via per la gloria della “dergah” divina, come prima cosa bisogna rimuovere il velo del proprio io. Per questo motivo, i cuori che Lo conoscono veramente hanno detto: “Quando, fra te e Lui, togli di mezzo il tuo io, quel che rimane è il tuo Creatore”.


Osman Nûri Topbaž
ISBN: 978-6053-02-991-5

  

L'ultimo Respiro - 1

     Quando lascia questa terra straniera in cui è venuto per essere sottoposto a delle prove, l’uomo oltrepassa la porta d’ingresso in un mondo eterno. Esso, però, di porte ne ha due. Una si apre sulla delusione, sul dolore; l’altra, sulla felicità. Da quale di esse l’uomo passerà, sarà chiaro solo al suo ultimo respiro che, per dirla in breve, riassume in sé l’essenza di tutta la vita. Per questo motivo ogni istante della nostra esistenza terrena deve essere vissuto in modo bello, una bellezza che raggiungerà la sua completezza nell’emozione e l’incertezza dell’ultimo respiro, affinché ci consenta di uscire dalla porta della felicità, spiccando il volo sul mondo dell’eterno. In questo mondo passeggero dobbiamo, perciò, vigilare sulla nostra vita, concentrando l’attenzione, la sensibilità e la consa- pevolezza sul nostro ultimo respiro.
     Questo, infatti, costituisce il primo segno evidente del nostro futuro stato nell’aldilà. Per lasciare definitivamente questo mondo effimero da buoni servitori di Allâh, bisogna sapere che i nostri respiri sono contati e preparare quindi quello finale. Per la felicità della nostra vita futura è assolutamente necessaria perciò una vita terrena bella, serena, ricca di benedizioni spirituali e opere pie, sulle orme della Retta Via. La vita è come un bicchiere, che si riempie a goccia a goccia. La limpidezza dell’acqua dipende dalle singole gocce; quella finale, che lo fa traboccare, è come l’ultimo respiro. Il Profeta (salla llāhu ‘alayhi wa-sallam) ha detto: «La persona muore nello stato in cui ha vissuto e risusciterà in quello in cui è morta».


Osman Nûri Topbaž
ISBN: 978-6053-02-231-2

  

L'ultimo Respiro - 2

     Quando lascia questa terra straniera in cui è venuto per essere sottoposto a delle prove, l’uomo oltrepassa la porta d’ingresso in un mondo eterno. Esso, però, di porte ne ha due. Una si apre sulla delusione, sul dolore; l’altra, sulla felicità. Da quale di esse l’uomo passerà, sarà chiaro solo al suo ultimo respiro che, per dirla in breve, riassume in sé l’essenza di tutta la vita. Per questo motivo ogni istante della nostra esistenza terrena deve essere vissuto in modo bello, una bellezza che raggiungerà la sua completezza nell’emozione e l’incertezza dell’ultimo respiro, affinché ci consenta di uscire dalla porta della felicità, spiccando il volo sul mondo dell’eterno. In questo mondo passeggero dobbiamo, perciò, vigilare sulla nostra vita, concentrando l’attenzione, la sensibilità e la consa- pevolezza sul nostro ultimo respiro.
     Questo, infatti, costituisce il primo segno evidente del nostro futuro stato nell’aldilà. Per lasciare definitivamente questo mondo effimero da buoni servitori di Allâh, bisogna sapere che i nostri respiri sono contati e preparare quindi quello finale. Per la felicità della nostra vita futura è assolutamente necessaria perciò una vita terrena bella, serena, ricca di benedizioni spirituali e opere pie, sulle orme della Retta Via. La vita è come un bicchiere, che si riempie a goccia a goccia. La limpidezza dell’acqua dipende dalle singole gocce; quella finale, che lo fa traboccare, è come l’ultimo respiro. Il Profeta (salla llāhu ‘alayhi wa-sallam) ha detto: «La persona muore nello stato in cui ha vissuto e risusciterà in quello in cui è morta».


Osman Nûri Topbaž
ISBN: 978-6053-02-422-4

  

Considerazioni sul Mathnawi - 1

     L’autore ha composto quest’opera, dalle realtà del Tasawwuf contenute del Mathnawì di Rumi.
     Le gocce coinvolgenti, filtrate dalla penna del venerabile Maestro Osman Nuri Topbaž Efendi, presentano all’uomo dei giorni nostri un intrattenimento di questo genere. A chi ne sa riconoscere il valore, questo libro offre una brocca d’acqua attinta all’oceano. Esso spiega i versi accuratamente scelti dal Mathnawì, osservati attentamente alla luce del Corano e della Sunna nel vasto mondo del cuore. Che il vostro cuore non resti assetato. L’acqua è vita e la vitalità è il suo segno più importante... se l’acqua non viene data quando è il momento, quanto possono resistere le piante al calore bruciante? Se l’uomo non assorbe il suo nutrimento spirituale dai libri, come può vincere l’ignoranza? Senza i libri guida che illuminano la via, come può trovare la retta via? L’acqua è vita e la vitalità è il suo segno più importante. I libri racchiudono l’acqua di vita, la sua essenza... Pensate ora che il discorso riguardi il “Giardino del Mathnawì”. E che da quel roseto vi venga offerta dell’acqua con grande amore. Riuscite ad immaginare la delicatezza di quel sapore?


Osman Nûri Topbaž
ISBN: 978-6053-02-469-9

  

Considerazioni sul Mathnawi - 2

     «Una mosca, posatasi su uno stelo di paglia sovrastante un piccolo stagno, sentì svegliarsi in sé l’ambizione d’essere un grande capitano.
     La povera mosca si disse: “Nessuno conosce il mare e le navi meglio di me. Perché, in questo momento, io sono un capitano che si trova su un grande oceano, in una nave sicura; ho il patentino, la capacità e l’esperienza per decidere nel modo migliore!”
     Ehi tu, che guardi questo tuo piccolissimo peso con gli occhi di una mosca! Che ne sarà di te, quando Azrail falcerà quello stelo di paglia sotto di te?».


Osman Nûri Topbaž
ISBN: 978-6053-02-595-5

  

Tasawwuf - 1

     L uomo è stato creato con la capacità di essere il Vicario del suo Signore, dopo aver raggiunto la totalità delle manifestazioni degli Attributi divini e il suo stesso Interlocutore Supremo.Da questo punto di vista egli, come quintessenza del Creato, è depositario di un segreto ricevuto dal suo Signore.


Osman Nûri Topbaž
ISBN: 978-9944-83-111-6

  

Tasawwuf - 2

     L uomo è stato creato con la capacità di essere il Vicario del suo Signore, dopo aver raggiunto la totalità delle manifestazioni degli Attributi divini e il suo stesso Interlocutore Supremo.Da questo punto di vista egli, come quintessenza del Creato, è depositario di un segreto ricevuto dal suo Signore.


Osman Nûri Topbaž
ISBN: 978-9944-83-221-2

  

Tasawwuf - 3

     L uomo è stato creato con la capacità di essere il Vicario del suo Signore, dopo aver raggiunto la totalità delle manifestazioni degli Attributi divini e il suo stesso Interlocutore Supremo.Da questo punto di vista egli, come quintessenza del Creato, è depositario di un segreto ricevuto dal suo Signore. 


Osman Nûri Topbaž
ISBN: 978-9944-83-336-3

  

Primi Passi Nell'Islam

    Riferisce il Profeta (s.a.w.s.) che Dio l’Onnipotente ha affermato: “Io ho ordinato alla tua Comunità di pregare cinque volte al giorno. Prometto che, se uno lo farà nel tempo dovuto, Io lo manderò in Paradiso. Agli altri, non prometto niente». (Ibn-i Mâjah, Iqamat as-Salât,194)


Asim Uysal
ISBN: 978-6053-02-924-3

  

  1. Page :
  2. |
  3. 1
  4. |
  5. 2
STATISTICS :    Total number of languages : 57    Total number of materials : 1.385    Total number of downloads : 1.587.179      ALL STATISTIC